Come riuscire a risparmiare sull’assicurazione auto con un figlio neopatentato

Chi prende la patente scopre, ben presto, quanto può essere costoso il mondo delle assicurazioni. Le compagnie assicurative tendono, infatti, ad aumentare il premio qualora vi sia un secondo conducente neopatentato che abbia meno di 26 anni o 28, a seconda della compagnia assicurativa in questione. Vi sono, però, dei modi grazie ai quali si può risparmiare sull’assicurazione auto, anche con figli neopatentati. In quest’articolo, vediamo come è possibile farlo.

Come prima cosa, risulta utile mettere a confronto le varie assicurazioni auto e i prodotti suggeriti dalle varie compagnie assicurative, in modo da trovare la soluzione più conveniente, per questo tipo di esigenza, tra tutte le varie proposte sul mercato assicurativo. Inoltre, è opportuno che gli automobilisti conoscano le leggi previste dal codice della strada, per evitare di incorrere in sanzioni o incidenti. Vediamo ora, di seguito, in che modo è possibile riuscire a risparmiare sull’assicurazione dell’auto anche con un figlio neopatentato.

Risparmiare sull’assicurazione auto: alcune semplici regole

Se tuo figlio utilizza la tua auto di rado, potresti decidere di non comunicarlo alla compagnia assicurativa da te scelta. Bisogna, infatti, tenere in considerazione che la maggior parte delle assicurazioni applicano prezzi superiori a chi dichiara figli minori di 18 anni a proprio carico. Questo avviene in automatico anche per i minori che, com’è ovvio, non vengono inclusi tra i guidatori del veicolo assicurato.
In questo caso, bisognerà considerare l’eventualità che, se tuo figlio dovesse provocare un incidente, non risultando tra i conducenti dell’auto, la compagnia assicurativa potrebbe anche rifiutarsi di rimborsarti per i danni causati con il sinistro.
Se, al contrario, tuo figlio guida spesso la tua auto, dovrai indicare la presenza di un secondo guidatore neopatentato. Questo farà, ovviamente, salire il prezzo della polizza auto. In alcuni casi, questo aumento è davvero notevole rispetto ai costi iniziali dell’assicurazione. Così facendo si è, però, tutelati in caso di incidente provocato dal neo guidatore inesperto.
Se tuo figlio è dotato di una propria auto, dovrà sottoscrivere personalmente un’assicurazione. Per riuscire a contenere il più possibile i costi legati all’assicurazione, per i neo patentati, è possibile usufruire della cd. Legge Bersani. Questa legge consente al neopatentato di ereditare la classe assicurativa di uno dei due genitori.

Il consiglio è comunque sempre quello di evitare, per quanto possibile, di intestare l’auto al proprio figlio neopatentato. Anche nel caso in cui l’auto verrà utilizzata prevalentemente dal giovane, il genitore dovrebbe sempre intestare l’auto a proprio nome. Sarà da evitare, per gli stessi motivi di aumento del prezzo dell’assicurazione, anche la cointestazione dell’auto.

Le considerazioni che sono state appena esposte, sono valide per tutte le compagnie assicurative, anche se i prezzi che vengono applicate dalle singole assicurazioni possono variare in maniera sensibile. Risulta, quindi, fondamentale verificare con molta attenzione se vi sono polizze più vantaggiose da poter sottoscrivere per le proprie esigenze.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *