200.000 euro dal Ministero per il film “Non c’è due senza te”, commedia con Belen Rodriguez

belen

È di questi giorni la notizia che la pellicola “Non c’è due senza te“, che vede alla regia Massimo Cappelli e tra i protagonisti del cast Belen Rodriguez, è riuscita ad ottenere un finanziamento dal governo di 200.000 euro. Il film, infatti, è rientrato a far parte della lista di quelle pellicole ritenute degne di interesse culturale; è il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali ad assumersi annualmente la responsabilità di decidere quale film possa avere i giusti requisiti per entrare nella lista e a deliberare, di conseguenza, i finanziamenti. La delibera del 29 ottobre scorso, oltre al film di Cappelli, ha inserito anche pellicole come “Ombre Bianche”, diretto da Fabio Mollo, “Via Ungaretti 25”, che vede alla regia Andrea Iannetta e “L’attesa”, di Piero Messina. Oltre che per la cospicua cifra percepita e per la presenza di Belen, il film di Cappelli è destinato a destare interesse anche per la tematica trattata. Parla, infatti, del rapporto tra due omosessuali, interpretati rispettivamente da Fabio Troiano e Dino Abbrescia, che si troveranno a vivere diverse disavventure. Queste ultime vedranno anche il coinvolgimento di Laura, una ragazza molto sexy, e di un bambino di 11 anni, che porterà scompiglio all’interno della coppia. Si tratta del secondo lungometraggio girato da Cappelli e verrà prodotto dalla Lime Film, una casa produttrice di Roma. La precedente prova del regista, uscita nel 2006, era stata “Il giorno + bello”, con lo stesso Troiano e Violante Placido tra i protagonisti. Per Belen, invece, si tratta del terzo lavoro nel campo del cinema; l’esordio dell’attrice era avvenuto nel 2010 con il film “Natale in Sudafrica”, girato dal regista Neri Parenti e campione d’incassi con ben 18 milioni di euro. La seconda pellicola, invece, era stata “Se sei così ti dico sì”, che ha visto alla regia Eugenio Cappuccio. L’ex soubrette ha poi partecipato alla serie tv del Commissario Montalbano. Oltre a Belen, nel nuovo film appariranno anche Fabio Troiano, Dino Abbrescia e Tosca D’Aquino.
Il film è già in postproduzione dal mese di agosto 2014, mentre le richieste di finanziamento sono state effettuate addirittura nel mese di gennaio. La cifra richiesta inizialmente era stata di 400.000 euro; in base a quanto riportato dalle tabelle ministeriali il budget del film ha raggiunto la cifra complessiva di quasi 2 milioni e 400 mila euro. Secondo quanto filtra dai commissari che sono stati chiamati a decidere sul finanziamento pubblico, la risposta positiva è stata data perché la nuova tendenza è quella di non dare attenzione solo ai film drammatici e d’essai, ma anche alla commedia. Da notare come i contributi che vengono resi disponibili dal Ministero non raggiungono più le cifre elargite in passato; basti pensare che i 200.000 euro dati a “Non c’è due senza tre” sono la cifra più alta nella lista dei film. Pietro Marcello, con il suo “Bella e Perduta” è riuscito ad ottenere, ad esempio, non più di 150.000 euro, pur avendo vinto con un precedente film (La bocca del Lupo) il Festival di Torino.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *